venerdì 14 settembre 2007

Torta angelica salata


Questa ricetta è la versione salata della famosissima Torta angelica dolce delle Sorelle Simili,due famossime panificatrici in giro x l'Italia a fare corsi per insegnare l'arte per fare del buon pane a casa!!!!! Se non le conoscete vi consiglio di fare qualche ricerca su internet...vi troverete moltissimo materiale su di loro....e che dire, hanno pubblicato due meravigliosi libri "pane e roba dolce" e "sfida al mattarello, i quali non potevo farmi mancare ^___^...ve li presento eccoli!!!!

Questa è una ricetta davvero lunghetta, occorrono più lievitazioni....ma il risultato è quello che conta!!!!
X il lievitino
135gr di farina
1/2 (mezzo panetto di lievito di birra)
75gr di acqua (circa)
X l'impasto
400gr di farina
3 cucchiai di parmiggiano grattuggiato
120gr di latte tiepido
1 uovo e mezzo
1 cucchiaino di sale
120gr di burro morbido
X lucidare
il mezzo uovo rimasto
un goccio di latte
X il ripieno
150gr di prosciutto cotto in una unica fetta
150gr di fontina a dadini
pomodorini secchi sott'olio qb.
olive qb.
50gr di burro fuso
Preparare il lievitino,mescolando tutti gli ingredienti,dopo aver sciolto il lievito di birra nell'acqua. lasciare lievitare almeno per 30 minuti.
Mischiare la farina con il formaggio,aggiungervi il sale,l'uovo,il latte,il burro e naturalmente il primo impasto fatto lievitare e mescolare sino a quando gli impasti saranno ben amalgamati.
Lasciare lievitare al coperto x un'oretta almeno.
Stendere la pasta in un piano infarinato e formare un rettangolo di 2/3 mm di spessore senza averla ulteriormente lavorata con le mani.
Pennellarla con il burro fuso e cospargerla con la fontina,il prosciutto cotto,pomodorini secchi e olive. Arrotolòare il tutto dal lato più lungo e cercare di chiudere le estremità.
a questo punto non resta che prendere un bel coltello seghettato e molto tagliente e iniziare a tagliare x la lunghezza a metà,formando due rotolini. Lo sò che il ripieno tenderà a fuoriuscire ma è il gioco di effetto decorativo di questa ricetta.
Arrotolare i due salsicciotti di pasta formando una ciambella...una unica treccia appunto!!!
Non resta che fare lievitare ancora, questa volta nella teglia che la ospiterà durante la cottura...prenderne una bella grossa perchè aumenterà ancora di volume, x circa un'altra oretta,sempre coperta.
Passato il tempo dell'ultima lievitazione spennellarla con il mezzo uovo rimasto e un goccio di latte...sbattendo bene i due ingredienti.
Non resta ora che infornare a forno caldo a 180° x mezz'ora,sino a quando abbia preso un bel colore dorato.



2 commenti:

Ady ha detto...

Bravissima Enzuccia questa Angelica salata è bellissima, la ricetta è vero è un pò articolata ma poi che soddisfazione, e per quanto riguarda le Smili sono una garanzia.

Fab ha detto...

Ma che acquolina, la devo proprio provare......
Fab (nonnabri)